I Ristoranti del festival:
A cena prima dello spettacolo

Agriturismo «Villa Faraldi»
Villa Faraldi - 0183 41085

Ristorante «Ai Torki»
Deglio Faraldi - 0183 41026

Ristorante «La Campagnola»
Tovo Faraldi - 0183 41031


DOPOFESTIVAL
tutte le sere sotto le stelle degustazioni gratuite e incontri con gli artisti
 
TUTTI GLI SPETTACOLI SI SVOLGERANNO
A VILLA FARALDI (INGRESSO GRATUITO)
 

7 luglio 2012 ore 22.00 Yuval & Wisam Duo
Un dialogo musicale di pace tra due grandi Maestri

Il concerto del Yuval & Wisam Duo sarà l’evento di apertura della 29a Edizione dello storico Festival Internazionale di Villa Faraldi. Yuval Avital, israeliano, nato a Gerusalemme nel 1977 e, Wisam Gibran, palestinese nato a Nazareth nel 1970, hanno calcato i più importanti templi della musica mondiale: dal Carnegie Hall di New York al Teatro Bolshoi di Mosca (Gibran) dal Centre Pompidou di Parigi. al Beijing Centre Conservatory (Avital). Un incontro tra due compositori straordinari che nel loro linguaggio uniscono tradizione e creatività; un concerto di due virtuosi del loro strumento; un esempio di profonda e disinteressata amicizia che non tiene conto dell’abisso tra Israele e Palestina, anzi non lo considera nemmeno. Se i rapporti tra Israele e Palestina sono difficili e complessi, tra i due Maestri il dialogo si esprime in uno scambio reciproco tra le loro culture, in composizioni emozionanti, sognando di superare il conflitto mediorientale e di dare un segnale di pace. La musica di Yuval e Wisam è il risultato di un percorso di due grandi interpreti che va oltre il suono: insieme si ascoltano l’un l’altro, giocano, improvvisano, sembrano scoprirsi e riconoscersi, creando suoni contemporanei a partire da una ricerca profonda che dalle radici della musica tradizionale arriva alla sintesi del mondo musicale odierno.



14 luglio 2012 dalle ore 21.00
Apertura Mostre e Cantine
ore 22.00 Vera Stasi/Giovani Produzioni/Enz presenta
Questo posto mi appartiene


Esattamente lì e nell’intimo altrove, allo scadere del tempo, nella grana delle cose che accadono, per ricomprendere ciò che è stato diviso. Primo rilievo coreografico dal progetto: “Sistemi Selvatici”, dedicato al corpo, micro-cosmo per eccellenza, in cui si agita e impasta la complessità del mondo e l’incongruenza della società contemporanea; in cui si congiungono corpo-teatrale e corpo-sociale per rilevare nell’essere e nel suo movimento la misura in cui si accordano aspetti e concetti tra loro in apparente opposizione.«Questo posto mi appartiene» è animazione artistica di un Paese ...Il posto è il corpo, il mondo, il possibile immaginabile. Al centro quadri di danza che si susseguono senza narrazione tra luce e buio... Movimento, azione, gestualità fanno riferimento ad una coppia di parole, natura/cultura da sempre discussa in campo antropologico e sociologico. Installazioni artistiche, Mostre, cantine rap (ristorazione pancia anima) case museo... Biblioteche all’aperto, libri da rubare senza paura... Vino e passione.


19 luglio 2012 ore 22.00 Dado Moroni
piano e voce Piano solo and talks



Una delle principali caratteristiche di Dado Moroni è la spontaneità.Un incontro con lui è come fare un viaggio giocoso e partecipato nel tempo, lungo ben nove decadi jazzistiche, attraverso il racconto in musica di aneddoti ascoltati direttamente dalla voce di musicisti quali Benny Waters (ex sassofonista della Band di Jelly Roll Morton), Dizzy Gillespie, Henry Edison e Buddy Tate (dell'Orchestra di Count Basie), Clark Terry e Jimmy Woode (membri della band di Duke Ellington), fino ad arrivare ai contemporanei Joe Henderson, Bob Mintzer , Wynton Marsalis, Alvin Queen, Joe Locke, Ira Coleman … ed in campo extra jazzistico con Lucio Dalla, Tiziano Ferro ed Eros Ramazzotti… Lo stile di Moroni è il risultato dell’assimilazione degli stilemi del jazz nelle sue variegate coniugazioni, attraverso l’ascolto di tutti quei musicisti che ne hanno scritto la storia aggiungendo ogni volta dei neologismi musicali a una lingua mobile e mutevole: il jazz appunto. Moroni è un musicista colto, ma non c’è traccia di manierismo nelle sue composizioni. Dado Moroni, pur se solo di fronte al suo pianoforte, comunica costantemente con il suo pubblico, lo avvolge in quella che è una sua naturale attitudine passionale.



20 luglio 2012 ore 22.00
Lorenzo Tucci - Luca Mannutza «LUNAR»

Capita molto raramente nel Jazz che, come per incanto, trapeli e si diffonda, luminosa, insistente ed intensa, una certa follia che provoca un effetto tanto disarmante quanto attraente.
Non si ascolta più solo l’improvvisare, che già di per se è un qualcosa d’inaspettato, per sua stessa natura.
Si ascolta piuttosto la completa libertà espressiva di un viaggio vorticoso attraverso i suoni, in cui l’itinerario è congegnato proprio da una vena folle che può essere liberata senza alcuna paura solo da chi ha una totale padronanza tecnica del proprio strumento, per tramutarla in musica completamente nuova e mirabilmente delirante.
Lunar non è altro che il risultato di un viaggio nella libertà fantastica di Lorenzo Tucci e Luca Mannutza … allacciate le cinture, e godetevi sicuri viaggio ed acrobazie, senza chiedervi quale sia la meta. Mannutza e Tucci sanno dove portarvi, sanno come farlo, e vi faranno provare l’esaltante sensazione di essere voi, i folli: credeteci pure.

 

21 luglio 2012 ore 22.00 Rosario Bonaccorso Travel Notes Quartet feat. Fabrizio Bosso

Riconosciuto come uno tra i più interessanti leader contrabbassisti della scena jazz, Rosario Bonaccorso presenta un ensemble d'eccezione composto da grandi musicisti, compagni di innumerevoli avventure artistiche, con i quali suona una musica originale, appassionante, sempre coinvolgente, che ha nel suono caldo ed avvolgente del contrabbasso del leader il punto di riferimento attorno al quale ruotano: l'elegante pianismo di Claudio Filippini, artista raffinato e sensibile che si è messo in luce come uno tra i migliori nuovi pianisti del panorama italiano, l'energetico drumming di Nicola Angelucci, giovane batterista che vanta una rispettabile carriera, e il virtuoso Fabrizio Bosso alla tromba e flicorno, vera stella del jazz italiano.
Il mix di questi quattro artisti è un'alchimia speciale. Sotto la guida esperta di Bonaccorso, il gruppo si apre all'invenzione e la musica si colora di nuovi aspetti cromatici, si gioca con la luce e le ombre, le loro personalità si fondono per creare un sound puro e coinvolgente.

 


 

9 agosto 2012 ore 21.30 «E Lucevan le Stelle…»
Musiche immortali sotto il cielo stellato
Concerto Lirico Vocale

Nell’attesa della notte di San Lorenzo concerto Lirico Vocale in occasione della inaugurazione ufficiale della rinnovata piazza della Chiesa dei Santi Lorenzo e Antonio. Tre grandi interpreti eseguiranno alcune tra le più importanti musiche di G. Puccini, G. Verdi, J. Strauss, C. Gounod, P. Mascagni, G. Rossini, W.A. Mozart, segnando il ritorno della lirica nel Festival di Villa Faraldi.

con la partecipazione di:
Melissa Briozzo - Soprano
Andrea Elena - Tenore
Al pianoforte - M° Piera Raineri